Più libero di prima – campagna di crowdfunding

>
>
<

Dopo oltre milleseicento giorni di detenzione nel carcere di Varanasi per l’accusa di un omicidio, il prossimo 9 settembre Tomaso Bruno verrà processato in terzo grado dalla Corte Suprema di Nuova Delhi. Al suo fianco, come sempre ci saranno Marina ed Euro Bruno, i genitori che dal 2010 lottano per la sua scarcerazione, e Adriano Sforzi, il regista albenganese, suo amico di infanzia, che sta lavorando al documentario sulla storia di questi lunghi anni di detenzione in India.

Per coprire le spese di questa ennesima, auspicabilmente ultima, trasferta in India abbiamo deciso di lanciare una campagna di crowdfunding. L’obiettivo è la raccolta di 10.680 euro, per coprire i costi vivi di un operatore professionista, di telecamere e obiettivi, viaggi, pernottamenti e assicurazioni: la campagna esprime tutti i dettagli nella massima trasparenza e propone come ricompensa per le donazioni gadget e benefit inerenti al film.

Lanciare una campagna di crowdfunding in Italia non è facile. Perché qui da noi, a differenza che in America, ad esempio, è uno strumento ancora poco noto, o forse spesso distorto, o ultimamente abusato.
Ma per “Più libero di prima” riteniamo abbia un senso. Ha un senso perché innanzi tutto i fondi che cerchiamo sono una parte molto limitata rispetto al budget del film, che ha già trovato la propria copertura. Ha un senso perché attorno a Tomaso si è già costruita una solida comunità di persone, che possono trovare nella partecipazione al crowdfunding del film e nel film stesso, un simbolo, un modo per dimostrare, concretamente e nel tempo, la propria vicinanza, la propria sensibilità. Ha senso, soprattutto, perché lo abbiamo lanciato su una causa circoscritta e precisa: il film sarebbe già pronto, ma DOBBIAMO tornare in India, per assistere alla Sentenza Definitiva della Corte Suprema e se non ci saremo noi, con le nostre telecamere, forse immagini di quel momento in Italia non arriveranno mai. Ci sentiamo di attivare una comunità per sopperire a qualche strumento della nostra democrazia che non ha funzionato.

Le donazioni sono aperte sulla piattaforma Indiegogo.com
Tutte le informazione e gli aggiornamenti sulla missione in India su piuliberodiprima.it e sul gruppo Facebook TOMASO LIBERO!